Teatro per Bambini e Ragazzi

Corso di Teatro Bambini e RagazziLABORATORIO DI TEATRO PER BAMBINI E RAGAZZI

Incanalare creatività ed espressività è uno dei motivi principali per i quali ci si accosta al teatro, sia come spettatori che come attori, ed è per questo che crediamo che l’attività teatrale possa svolgere un ruolo di primo piano nel percorso educativo e nello sviluppo della personalità dei bambini.

Il teatro parla attraverso una forma interattiva di linguaggi diversi (verbale, non verbale, simbolico, visivo), e si costituisce dal continuo stimolo alla curiosità, all’immaginazione, alla conoscenza del proprio corpo e delle dinamiche relazionali e culturali di chi ne fa parte.

Non da meno, portare in scena una rappresentazione implica la cura di tutte le fasi della sua realizzazione, comprese quelle che riguardano gli aspetti estetici e materiali della creazione dei costumi e delle scenografie.

Ritroviamo molte similitudini fra l’arte teatrale e il concetto montessoriano della conoscenza del mondo attraverso l’esperienza diretta dei fenomeni. Se, come sosteneva l’insigne pedagogista “Il bambino è un corpo che cresce ed un’anima che si svolge…per insegnare bisogna emozionare…”, partecipare ad un laboratorio di creazione teatrale è un’occasione per il bambino di esplorare attraverso tutti i sensi del suo corpo e tutte le sue competenze psico-sociali la realtà che lo circonda, in un’atmosfera giocosa al di fuori di ogni forma di competizione.

Attraverso un percorso ludico-didattico, bambini e ragazzi cominceranno a “prestare” il proprio corpo e la propria espressività all’azione scenica, approfondendo la conoscenza delle emozioni e imparando a dosare le proprie energie e qualità sulla base dell’obiettivo comune da raggiungere; un’attività che, a sua volta, favorisce lo sviluppo delle abilità di auto-regolazione e cooperazione.

Sfumature in Atto propone per la stagione 2020 un corso di teatro per bambini e ragazzi, differenziandolo in due classi per fasce d’età: dai 6 ai 10 anni, e dagli 11 ai 14 anni. Il laboratorio si concluderà con un breve saggio finale,  cui potranno assistere i genitori e familiari degli allievi. Il laboratorio, in un’ottica inclusiva, è aperto a tutti i bambini compresi nella fascia d’età indicata per i due corsi.

ASPETTI PEDAGOGICI E SOCIALI

Il teatro è un valido strumento pedagogico non solo perché stimola la libertà di espressione e la curiosità, ma permette anche lo sviluppo di diverse competenze psicofisiche.

Attraverso il movimento, si sperimenta una più profonda conoscenza del proprio corpo, sia cinetica, che energetica ed emotiva. Il gioco libero può diventare il punto di partenza per incanalare immaginazione e creatività al servizio di soluzioni nuove e personali. Il confronto e il dialogo nel gruppo aiuta a migliorare le capacità di linguaggio, l’espressività e l’empowerment, favorisce le capacità  relazionali, la cooperazione e la comprensione dell’altro.

Il bambino è coinvolto in un’attività globale – fisica ed intellettuale – volta a favorire la più completa conoscenza di sé e a sperimentare ogni sua possibilità. 

ASPETTI LUDICI E CREATIVI

Alimentare il processo di conoscenza significa introdurre nuovi elementi negli schemi già acquisiti dal bambino, è ciò dovrebbe essere fatto utilizzando un linguaggio comprensibile ad ognuno di loro. Interagire attraverso una modalità ludica, attingendo alla pluralità di linguaggi di cui dispone il teatro, consente ad ogni partecipante di trovare la modalità di espressione più adatta alle sue naturali inclinazioni.

Attraverso il gioco – attività fondamentale nella vita di ogni bambino – verranno stimolate energie, competenze e capacità che potranno rivelarsi fondamentali per tutto il resto della vita. 

La funzione creativa fornisce al bambino gli strumenti per trovare soluzioni ai problemi, ma soprattutto è una presa di coscienza del proprio sé e del proprio essere nel qui ed ora, da solo o insieme agli altri. 

ASPETTI COGNITIVI E SPAZIALI

Immaginare e progettare lo spazio in cui svolgere le azioni sceniche è un’azione che ha già molto in comune con l’essere bambini: significa immaginare e rendere visibile un mondo che ancora non esiste.

Per traslare il prodotto di fantasia in un progetto concreto, si accompagnerà il bambino nella costruzione di elementi scenografici, oggetti e costumi prestando attenzione all’espressione individuale quanto a quella collaborativa. La misura del bambino e l’importanza dell’aspetto ecologico di riuso e riciclo guideranno e stimoleranno l’esplorazione manuale.

ASPETTI TEMATICI

Il percorso non partirà da un tema prestabilito, ma terrà presente come filo conduttore dei lavori il tema dell’ambiente in tutte le sue sfumature: fisico, relazionale, immaginario e, argomento che ci sta particolarmente a cuore, ecologico.

I CONDUTTORI

Gli incontri saranno tenuti da un gruppo di conduttori, soci di Sfumature in Atto e allievi dei nostri percorsi didattici e artistici, che hanno a diverso titolo maturato esperienze atte ad arricchire il percorso didattico del laboratorio.

MARIA CARMEN BANDIERA

Attrice e insegnante teatrale. Dal 1990 ad oggi, deve la sua formazione a numerosi artisti e docenti del panorama italiano ed internazionale, approfondendo in particolar modo lo studio del Metodo Mimico Orazio Costa.

Diplomata alla Scuola  di  Teatro triennale LaboratorioNove; ha frequentato il Corso  di  specializzazione   “Interazioni”   per    la  qualificazione  professionale  di   attori  in collaborazione con l’ Accademia  Nazionale d’Arte Drammatica  “Silvio D’Amico”.

Ha partecipato, inoltre, al Corso di Teatro applicato al sociale Per operatori Sociali e culturali promosso da Sfumature in Atto. 

Dal 1993 ha lavorato in diverse produzioni, sotto la direzione di: Alessandra Niccolini, Daniele Lamuraglia, Riccardo Naldini, Andrea Nanni, Sandra Bedino, Barbara Nativi, Michele Panella, Vania Coveri, Silvano Panichi, Silvia Guidi, Gabriele Tozzi, Oreste Pelagatti, Marcello Ancillotti, Francesco Gigliotti, Paolo Magelli, Pamela Villoresi, Dora Romano, Giorgio Ceccarelli, Josè Sanchis Sinisterra, Jean Carlos Guimaraes.

Dal 1999 è insegnante di teatro. Per i laboratori che ha condotto, ha inoltre curato adattamento e spettacoli dei saggi finali.

PAOLA CELLAMARE

Laureata in Scienze Pedagogiche, ha realizzato per la sua tesi di laurea una ricerca sul rapporto tra estetica e teatro. Ha svolto attività di animazione in ambiente salesiano, operato tramite associazioni di volontariato in contesti interculturali e con i diversamente abili, e ha svolto attività di clownterapia in ospedale. Ha partecipato in Francia ad un training course sull’inclusione. Ha preso parte per diversi anni al Festival Nessuno Resti Fuori di Matera dove ha avuto la possibilità di svolgere laboratori con il Teatro delle Albe, Progetto Demoni, Corps Citoyen. Nel 2018 ha seguito il corso base di teatro con Daniele Giuliani portando in scena “L’anima della terra non muore mai.” Attualmente segue il corso di livello avanzato di teatro presso l’associazione Sfumature in Atto.

MARGARETH COLAPINTO

Laureata in Scienze dell’Educazione Sociale e specializzata in Artiterapie, è ideatrice del progetto Lilù – liberamente creativi, impegnata nella gestione dell’attività commerciale e nella programmazione di laboratori creativi con finalità didattica. Interessata alla sperimentazione artistica, si è sempre vista coinvolta in attività e progetti che avessero la persona al centro di un processo creativo, sul quale ha condotto degli studi specifici. Tra le varie collaborazioni, nel 2015 ha seguito il progetto teatrale “Controattacco”  di Sfumature in Atto. La creatività, per Margareth, è: “una strategia, un modo di stare al mondo, un elemento essenziale in ogni aspetto della vita, dal gioco alla formazione professionale”.

SARA FIORANI

Frequenta il Corso di Laurea di Magistrale a ciclo unico in Architettura. Ha svolto attività di volontariato con i bambini della Casa della Solidarietà San Paolino, gestita dalla Fondazione Solidarietà Caritas Onlus. Si avvicina al teatro attraverso Sfumature in Atto, prendendo parte al Laboratorio di Ricerca e Creazione Teatrale negli anni 2018/2019 e 2019/2020. Assecondando la sua passione per il disegno e per l’illustrazione realizza le locandine de “L’anima della Terra non muore mai”, saggio conclusivo del Laboratorio di Ricerca e Creazione Teatrale 2019, e di “Visioni di un Monaco Nero”, spettacolo prodotto da Sfumature in Atto.

Dove e quando

Tutti i lunedì pomeriggio

Ex-Fila

Via M. Leto Casini, 11

Firenze

Durata

Incontro di presentazione: 10 gennaio 2020, ore 17.00

Inizio corsi: lunedì 20 gennaio 2020, I gruppo (6-10 anni) dalle 17.00 alle 18.30, II gruppo (11-14 anni) dalle 18.00 alle 19.30

Fine corsi: saggio finale lunedì 25 maggio 2020