Popolari:

Segnaliamo le Classi di Bioenergetica a Firenze

 

Gli esercizi di Bioenergetica sono stati approntati da Alexander Lowen, fondatore dell’Analisi Bioenergetica, come strumento di prevenzione e benessere psicofisico.

Si basano sul principio fondamentale che ciò che avviene nella mente accade anche nel corpo. Pertanto, lo stress emotivo può prendere voce attraverso un canale fisico condizionando il modo di respirare, la postura e causando sensazioni di dolore o fastidio dovuti a contrazioni e rigidità della muscolatura. D’altro canto, un corpo elastico e sciolto favorisce la libertà di espressione e gestione degli eventi di vita.

Allo scopo di allentare queste tensioni, è consigliabile praticare quanto più possibile una serie di esercizi atti a favorire lo scioglimento delle tensioni muscolari, il radicamento, la respirazione profonda e l’auto-osservazione delle posture e degli stati emotivi.

A partire dal 22 Aprile, a seguito di altri cicli di incontri, si inaugura una nuova classe di esercizi bioenergetici a cadenza fissa settimanale condotta dalla Dott.ssa Roberta Leone, Psicologa e Psicoterapeuta a mediazione corporea.

Un’ora alla settimana da dedicare al proprio benessere, in un clima disteso e in un ambiente atto a favorire la conoscenza del proprio Sé corporeo e degli stati psico – affettivi che lo contraddistinguono.

Per partecipare, è necessario confermare la propria partecipazione contattando la conduttrice ai recapiti sotto indicati.

ROBERTA LEONE

www.psicoterapiabioenergetica.com

MAIL leone.rrt@tiscali.it

CELL 349 2124290

Seminario di Teatro applicato al sociale al Quilombo – Prato

Teatro FirenzeIl Centro culturale Quilombo- Visioni Artistiche in Azione- di Prato (Via Santa Chiara 38/19), in collaborazione con l’Associazione Sfumature In Atto propone un Seminario di Teatro applicato al sociale sull’immaginazione.

Il Seminario fornirà ai partecipanti una formazione attuabile in vari contesti professionali: educativi, terapeutici-riabilitativi, culturali e teatrali.

Il lavoro teorico-pratico sull'immaginazione offre ai partecipanti uno spazio di ricerca e di gioco nel proprio mondo immaginario, divenendo risorsa poetica al fine della messa in scena. Un luogo non luogo dove l'immaginazione prende corpo.

L'immaginazione rappresenta un patrimonio fondamentale per l'attore, così come si rivela un'importante risorsa esistenziale per la persona ed un'incredibile fonte di cambiamento nel processo di trasformazione personale e sociale. Come sosteneva William Blake “L’immaginazione non è uno stato mentale: è l’esistenza umana stessa”.

Il seminario sarà condotto da Daniele Giuliani (nella foto) Attore, Regista e Direttore Artistico di Sfumature In Atto che da anni si occupa di applicare le tecniche teatrali all’interno di contesti educativi e riabilitativi.

Il seminario può essere frequentato singolarmente oppure come parte integrante del Corso di Teatro “Oltre Il Teatro”.

Le lezioni del week end sull'immaginazione si svolgeranno il 29 e 30 aprile, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

 

Per info e prenotazioni: formazionequilombo@gmail.cominfo@sfumatureinatto.org

 

“La signorina A.” Domenica 5 marzo al Cirkoloco

Teatro e AdolescenzaDopo il successo della scorsa stagione, “La signorina A.” ritorna in scena al Cirkoloco di Firenze, uno spettacolo prodotto da Sfumature In Atto, Cooperativa Sociale Arca, ContrattaccoTeatro e diretto da Daniele Giuliani con la supervisione clinica di Bianca Pananti. Gli attori, tutti pazienti del centro di salute mentale Villino Borchi, interpretano i personaggi che loro stessi hanno contribuito a delineare. Un lavoro che ha richiesto tempo, in cui ognuno ha rivissuto la sua adolescenza e insieme al regista ne ha portato in scena i tratti più salienti. “La signorina A.” nasce dalla contrapposizione tra giovinezza ed età adulta e rappresenta quella re

Seminario di Teatro sulla Memoria personale e sociale.

teatro e memoriaProseguono i Seminari del Corso Oltre Il Teatro. Sabato 11 e Domenica 12 Febbraio presso lo spazio Ex-Fila di Firenze, si terrà il percorso sulla Memoria, esso può essere frequentato singolarmente oppure come parte integrante del Corso di Teatro applicato al sociale OLTRE IL TEATRO.

Nel Seminario formativo le tecniche teatrali incontreranno quelle dello Psicodramma. I docenti del Corso sono: Daniele Giuliani (attore, Regista e direttore Artistico di Sfumature In Atto) e Bianca Pananti (Psicologa e Psicoterapeuta esperta in tecniche attive e teatrali).

Il lavoro sulla Memoria offre ai partecipanti uno spazio di conoscenza dei vari mandati generazionali e delle proprie origini culturali, con il fine di risvegliare energie assopite e di trasformare ricordi e immagini del passato in metafore artistiche.

Seminario di Teatro applicato al sociale sull’immaginazione.

L’Associazione Culturale Sfumature In Atto propone un Seminario sull'immaginazione. Esso può essere frequentato singolarmente oppure come parte integrante del Corso di Teatro applicato al sociale, suddiviso in quattro seminari tematici, che si terranno presso lo spazio Ex-Fila di Firenze.

Nel Seminario formativo le tecniche teatrali incontreranno quelle della Psicoterapia della Gestalt. I docenti del Corso sono: Daniele Giuliani (attore, Regista e direttore Artistico di Sfumature In Atto) e Martina Fino (Psicologa e Psicoterapeuta della Gestalt).

Il Seminario fornirà ai partecipanti una formazione applicabile a vari contesti professionali: educativi, terapeutici-riabilitativi, culturali e teatrali.

Il lavoro teorico-pratico sull'immaginazione offre ai partecipanti uno spazio di ricerca nel proprio mondo immaginario. L'immaginazione diviene la risorsa poetica al fine della messa in scena: si parte dal corpo

Lezione di Prova Gratuita del Corso OLTRE IL TEATRO

oltre-il-teatro-fb-okSi terrà all’Exfila, sabato 19 novembre, dalle 15 alle 18, una lezione gratuita di prova per il corso intensivo “Oltre il Teatro“.

Oltre il teatro è un corso di teatro applicato al Sociale, diretto da Daniele Giuliani: un percorso formativo che coinvolge corpo, mente e psiche e in cui le tecniche teatrali si incontrano con quelle della bioenergetica, dello psicodramma moreniano e della Gestalt, con docenti specializzati nelle varie discipline.
Nei quattro seminari teorico-pratici si lavorerà ogni volta su un tema diverso, ponendo particolare attenzione alle auto-drammaturgie, al risveglio e la presa di coscienza della propria immaginazione e alla Memoria, intesa non come funzione cognitiva ma come luogo di ricerca culturale e artistica.
Il corso fornirà ai partecipanti una formazione applicabile a vari contesti professionali: educativi, terapeutici, culturali e teatrali e sarà suddiviso in quattro fine settimana.  Ogni alli

WORKSHOP CON IL COORDINAMENTO TEATRO COME DIFFERENZA

teatro sociale firenzeIl Coordinamento Teatro come Differenza propone un WORKSHOP di Formazione Teatrale Sabato 12 e Domenica 13 Novembre 2016 presso il Teatro 332 Via di Brozzi 332 a Firenze 

L' Orario delle lezioni sarà dalle 10:00 alle 18:00.

Sono aperte le iscrizioni al Corso OLTRE IL TEATRO

Corso di teatro per operatori sociali e culturaliL’Associazione Culturale Sfumature In Atto propone un Corso di Teatro applicato al sociale, a partire da dicembre 2016, suddiviso in quattro seminari tematici, che si terranno presso lo spazio Ex-Fila di Firenze.

Nel percorso formativo le tecniche teatrali incontreranno quelle della bioenergetica, dello psicodramma moreniano e della Gestalt, con docenti specializzati nelle varie discipline.

Il corso fornirà ai partecipanti una formazione applicabile a vari contesti professionali: educativi, terapeutici, culturali e teatrali.

Nei seminari teorico-pratici si lavorerà ogni volta su un tema diverso, ponendo particolare attenzione alle auto drammaturgie, al risveglio e la presa di coscienza della propria immaginazione.

Altro importante filone di ricerca sarà la Memoria, intesa non come funzione cognitiva ma come luogo di ricerca culturale e artistica.

Il corso sarà di tipo intensivo, suddiviso in quattro fine settimana.  Ogni allievo potrà decidere a quali seminari partecipare, secondo i propri specifici interessi e possibilità.

Gli orari delle lezioni saranno dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Per info e prenotazioni: info@sfumatureinatto.org

visita la pagina OLTRE IL TEATRO

 

 

IL RESTO E’ SILENZIO al Teatro Studio di Scandicci

teatro Come Differenza Martedi 14 Giugno allle ore 21:15 al Teatro Studio di Scandicci, verrà presentato il primo studio dello spettacolo "IL RESTO E' SILENZIO. Il dramma del potere in Shakespeare"  Regia Teatro Come Differenza.

Cinque compagnie, sei registi, che lavorano da molti anni con il teatro nella Salute mentale si mettono in gioco con il Coordinamento Teatro come Differenza e dopo Borderline (2013), Reading (2014), Antologia del Nulla (2015, 2016), presentano oggi Il resto è silenzio – Il dramma del potere in Shakespeare. Ogni gruppo porta in scena l’estratto di un diverso dramma.

Arbus ha lavorato su Otello esplorando il tema del potere nelle relazioni Otello/Iago e Otello/Desdemona: potere che la mente dell’uomo ha sulla rappresentazione individuale della realtà e sulle conseguenza che questo può avere nelle relazioni affettive uomo/donna.

Arte in corso si è interrogato su Re Lear in cui si racconta la solitudine del potere determinata dalle sue stesse regole e dalle esigenze dinastiche della lotta alla successione.

EsTeatro contribuisce a questo ‘ritratto’ sul potere con la messa in scena di una rivisitazione originale tratta da Riccardo III dove si mette in risalto come la brama d

“La Signorina A” in Scena per l’Associazione La Nuova Tinaia

La Signorina ALa Signorina A” è il nome dello spettacolo che tornerà in scena il 31 Maggio 2016, alle ore 21, presso lo Spazio Alfieri, sito in via dell'Olivo 6 a Firenze.

Contro Attacco Teatro donerà l'incasso della rappresentazione all'Associazione La Nuova Tinaia, che opera nell'area di San Salvi (ex manicomio di Firenze), presso il Centro di attività espressive “La Tinaia”, aperto nel 1975. Contro Attacco Teatro opera all'interno dello stesso quartiere, utilizzando il Teatro come strumento di Trasformazione personale e sociale.

“La Signorina A” trae origine dai ricordi personali di ciascun componente del gruppo

e dalle immagini legate all’adolescenza, sottolineando vantaggi e svantaggi dell’essere adulti.

Lo spettacolo presenta un’alternanza di componenti spensierate e drammatiche; emergono insicurezze, paure e le inconsapevolezze tipiche dell’adolescenza, offrendo allo spettatore sorrisi e spazi di riflessione.