Popolari:

“La Signorina A” in Scena per l’Associazione La Nuova Tinaia

La Signorina ALa Signorina A” è il nome dello spettacolo che tornerà in scena il 31 Maggio 2016, alle ore 21, presso lo Spazio Alfieri, sito in via dell'Olivo 6 a Firenze.

Contro Attacco Teatro donerà l'incasso della rappresentazione all'Associazione La Nuova Tinaia, che opera nell'area di San Salvi (ex manicomio di Firenze), presso il Centro di attività espressive “La Tinaia”, aperto nel 1975. Contro Attacco Teatro opera all'interno dello stesso quartiere, utilizzando il Teatro come strumento di Trasformazione personale e sociale.

“La Signorina A” trae origine dai ricordi personali di ciascun componente del gruppo

e dalle immagini legate all’adolescenza, sottolineando vantaggi e svantaggi dell’essere adulti.

Lo spettacolo presenta un’alternanza di componenti spensierate e drammatiche; emergono insicurezze, paure e le inconsapevolezze tipiche dell’adolescenza, offrendo allo spettatore sorrisi e spazi di riflessione.

Giornata di Formazione con il Coordinamento TEATRO come Differenza

 

workshop_2016

Sabato 7 Maggio

Dalle 10.00  alle 18.00

 

5 REGISTI INSIEME PER CONDIVIDERE LE LORO METODOLOGIE DI LAVORO ALL'INTERNO DEI SERVIZI DI SALUTE MENTALE

 

 

 

Contenuti Formativi

Prova aperta dello spettacolo “La Signorina A” al Vivaio del Malcantone

La Signorina A

Domenica 17 Aprile  alle ore 21:00  presso Il Vivaio Del Malcantone (Via del Malcantone 15, Firenze) si svolgerà una Una Prova Aperta al Pubblico sull'ultima produzione del Progetto di Teatro Nelle Terapie ControAttaccoTeatro La Signorina A,  Regia Daniele Giuliani. Il progetto è sostenuto dalla Cooperativa sociale Arca in collaborazione con Sfumature In Atto e  ASL 10 Firenze.

Un viaggio alla riscoperta della nostra Adolescenza.

Rievochiamo la sua essenza nella Signorina A, all'interno di uno spazio scenico che non la vuole protagonista.

Un passo alla volta sono emersi immagini, ricordi, aneddoti e  nella drammaturgia sono diventate parole, gesti e azioni.

Il tutto per giocare al paradosso: in un cabaret spensierato osiamo dire che l'Adolescenza non è il periodo peggiore della vita, ma al contrario…

 

 

Workshop di Teatro Applicato al Sociale a Firenze.

workshop teatro sociale FirenzeSono aperte le iscrizioni per il workshop "Metodologie e tecniche teatrali applicate al sociale", il 14 e 15 Maggio, a Firenze, presso il centro culturale Ex-Fila gestito dall'ARCI di Firenze. Gli orari saranno dalle 10 alle 13 e dalle 14:00 alle 18:00.

Nel workshop METODOLOGIE E TECNICHE TEATRALI APPLICATE AL SOCIALE viene proposta una riflessione-meditazione attiva, rispetto all’ETICA nel fare TEATRO in contesti complessi come i servizi di salute mentale e più in generale in tutte le istituzioni educative riabilitative, siano esse carceri, scuole o centri diurni, cercando di chiarire il ruolo che il Teatro può occupare all'interno di questi luoghi dove il sociale si forma. Durante il corso esploriamo il mondo immaginario passando dalle visioni di ogni partecipante, alla ricerca di immagini poetiche. Lavoreremo inoltre su auto-drammaturgie, individuando alcuni strumenti per la loro trasformazione scenica. Intendiamo il Teatro nell'ottica della trasformazione sociale e personale e questo sarà il tema costante che ci accompagnerà nei due 

A Firenze va in scena “La Signorina A”

 

La Signorina A

“La Signorina A” è il nome dello spettacolo che sarà presentato il 30 gennaio 2016, alle ore 21, presso il Teatro dellAffratellamento, sito in via Giampaolo Orsini 73 a Firenze.

L'ultimo lavoro del progetto di teatro nelle terapie “ControAttaccoTeatro” tratta il tema dell’adolescenza, la regia è curata da Daniele Giuliani. “La Signorina A” trae origine dai ricordi personali di ciascun componente del gruppo e dalle immagini legate a quel particolare momento della vita, sottolineando differenze, vantaggi e svantaggi del diventare adulti.

Lo spettacolo presenta un’alternanza di componenti spensierate, allegre, non consapevoli, ma fa emergere altresì le insicurezze e le paure tipiche degli adolescenti, offrendo allo spettatore non solo momenti di svago e di divertimento ma anche spunti di riflessione.

Impegnati nelle prove dal mese di settembre 2014, i membri di ControAttacco hanno condotto, coinvolgendo i propri sensi, una ricerca sull’immaginazione, da cui sono scaturiti ricordi ed emozioni, trasformati nella pièce teatrale realizzata da Daniele Giuliani.

“La signorina A” non ha una scenografia fissa; ogni attore ha con sé uno o più oggetti che lo contraddistinguono e che ne definiscono il carattere.

ContrAttaccoTeatro dedicherà la rappresentazione all’amico scomparso Lorenzo Mantellassi. Il gruppo opera dal 2007, nato dalla collaborazione tra Sfumature in Atto, Cooperativa Sociale Arca e dal SOS 2 del Servizio di Salute Mentale Adulti di Firenze. I laboratori teatrali sono stati organizzati da Daniele Giuliani, che si è occupato anche dell’attività pedagogica del progetto, la cui supervisione clinica è stata curata dalla Dott.ssa Bianca Pananti, psicoterapeuta.

 

Sfumature In Atto al Festival della Salute Mentale di Modena

Mat-Settimana-della-salute-mentale-2015-Modena Venerdì 23 Ottobre ore 20:00 Teatro dei Segni  Via San Giovanni  Bosco, 150 

Antologia del nulla (extended edition)  Regia Alessandro Fantechi – Elena Turchi.  

Dramma inconsistente

Spettacolo teatrale a cura di Isole Comprese Teatro – Fili e Colori in collaborazione con Arbus, Arte In Corso, Es Teatro, Sfumature in atto

Il laboratorio teatrale con gli utenti del servizio di Salute Mentale dell’ASL 10 SOS 5 di Firenze condotto da Isole Comprese Teatro, attivo dal 2003, presenta un lavoro per “dare dignità al Nulla. Il Nulla non esiste Esso rappresenta le nostre paure ma è anche tutte le nostre potenzialità inespresse”.Questa edizione speciale dello spettacolo ANTOLOGIA DEL NULLA è realizzata appositamente per MAT in collaborazione con tutti i gruppi del DSM della ASL 10 di Firenze. In scena 15 utenti del Servizio di Salute Mentale e giovani attori in formazione.  

 

Aperte le Iscrizioni al Laboratorio di Ricerca L’altro Attore

L'altro Attore Firenze Per L'anno Accademico 2015-2016 Sfumature In Atto propone il Laboratorio di ricerca e creazione teatrale L'altro Attore.condotto da Daniele Giuliani offre ai partecipanti uno spazio di ricerca nel proprio mondo immaginario attraverso le tecniche teatrali. L'immaginazione diviene la risorsa poetica fondamentale al fine della messa in scena.

 

Il corso è di tipo intensivo, suddiviso in cinque fine settimana con cadenza mensile. Gli orari del laboratorio sono: 

il sabato dalle 14 alle 18 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, per un totale complessivo di 55 ore. Oltre alle ore frontali è previsto uno studio individuale. 

Incontro di presentazione e prova del Laboratorio sabato 7 Novembre dalle ore 15 alle ore 18 presso il Centro Culturale New Staz Via Attavante 5 Firenze

Inizio del laboratorio sabato 14 Novembre.

Per info e prenotazioni scrivere a: info@sfumatureinatto.org

oppure visita la pagina http://www.sfumatureinatto.org/formazione/laltro-attore-laboratorio-teatrale-firenze/

 

Sfumature In Atto al Totem Arti Festival di Ferrara

Domenica 7 Giugno Sfumature In Atto ha partecipato con lo spettacolo prodotto in collaborazione con il Teatro Nucleo "Memorie Dal Reparto N°6" con Daniele Giuliani Regia Cora Herrendorf al Totem Arti Festival, un festival di teatro, danza contemporanea, musica, arti performative nato nel 2013 dalla volontà di riattivare l’area di Pontelagoscuro Vecchia attorno al Teatro Cortazar e al Parco Tito Salomoni: un luogo solitario ma potenzialmente vitale, affacciato direttamente sul fiume Po.

Alla sua terza edizione, Totem si rinnova ma conserva intatta la volontà di creare uno spazio di condivisione e partecipazione, per coinvolgere la comunità e i gio

totem

vani avvicinandoli alla fruizione di sperimentazioni artistiche e culturali. Un'occasione per incontrare esponenti del panorama artistico 

Domenica 22 Febbraio è andata in scena il primo studio de “La Signorina A”

 

La Signorina A Regia Daniele Giuliani

Il 22 febbraio è stato presentato al Teatro dell’Affratellamento (Firenze) il primo studio de“La Signorina A” . La regia di Daniele Giuliani è stata affiancata dalla supervisione clinica della Dott.ssa Bianca Pananti, psicologa che segue il percorso del laboratorio di Contro Attacco Teatro condotto da Daniele, le educatrici Anna Siani, Martina Fino, Marina Calonego, ottime costumiste, truccatrici e suggeritrici, e la tirocinante Silvia Cremone del master in “Arte Terapia” dell'università Roma tre che ha assistito alla fase di questo primo montaggio dello spettacolo, con alle luci Lorenzo Castagnoli, per una produzione di Contro Attacco Teatro – Coop. Sociale Arca – Sfumature in Atto – ASL 10 Firenze.

L’Adolescenza: gli aneddoti personali degli utenti di Casa Iris e Casa Emma, residenze terapeutiche del del Servizio Di Salute Mentale Adulti del Quartiere Due di Firenze, durante i mesi del percorso laboratoriale si sono ascoltati, si sono intrecciati, hanno preso forma e si sono trasformati nel nuovo lavoro di Contro Attacco Teatro. La ricerca, lontana da analisi psicologiche, ha voluto rievocare un’Adolescenza troppo spesso derisa, offesa, sfruttata da adulti seri che non l’hanno voluta capire ma sono stati ben felici di disprezzarla.

Presentazione del primo studio della “La Signorina A”


Titolo la signorina AL’Associazione Culturale “Sfumature In Atto”, in collaborazione con SOS Due del Servizio di Salute Mentale Adulti di Firenze e la Cooperativa Sociale Arca, sarà presente anche quest’anno al Festival Della Salute Mentale di Firenze. Domenica 22 Febbraio all'interno della rassegna "Teatro Come Differenza" al Teatro dell'Affratellamento in via Gian Paolo Orsini 73 verrà presentato il primo studio di “La signorina A”, spettacolo tragicomico sulla memoria adolescenziale del gruppo, guidato da Daniele Giuliani, fondatore e direttore artistico-pedagogico di Sfumature In Atto. Nello spettacolo, un cabaret spensierato, si contesta la subordinazione dell'adolescenza all'età adulta; si evidenzia il diritto di essere, la voglia di libertà, la ribellione contro un mondo corrotto che la soffoca e imprigiona, temendo la sua spontaneità e purezza.

Il tema della Memoria individuale e sociale è stata la base della precedente produzione di ControAttacco: il gruppo, ricercando e condividendo le storie di vita dei propri nonni, ha dato vita a “Noi Ricordiamo. Saggio di una fine e di un inizio”, in cui l’autenticità delle storie intrecciate in scena permettevano al pubblico di “riconoscersi” nello spettacolo. Il progetto triennale è stato documentato in un filmato, a sua volta Memoria dei Centri di Salute Mentale. Nel video, alle riprese dello spettacolo si alternano interviste che toccano emozioni e pensieri di protagonisti e addetti ai lavori, raccontando come il Teatro sia stato una possibilità di ricerca e cambiamento, un luogo dove anche la follia è considerata una risorsa anziché una discriminante.