CORSO TEATRALE INTENSIVO A CADENZA MENSILE

Un laboratorio dove esplorare il proprio potenziale creativo e apprendere gli strumenti artistici dell’attore.

 

Nel laboratorio IMMERSIONI TEATRALI si pratica la full immersion una modalità formativa  che favorisce l’emergere di intensità nella pratica teatrale.

Ogni allievo concedendo più spazio e tempo al proprio potenziale creativo interiore stratifica in modo efficace le tecniche attoriali apprese.

Attraverso metodologie fisiche e vocali, insegnate da anni nei Laboratori di Sfumature In Atto, ogni partecipante avrà la possibilità di immergersi nel proprio immaginario, alla ricerca di materiali da trasformare in scena.

Di importanza centrale saranno la scoperta di nuove possibilità comunicative ed espressive attraverso il corpo e la voce, con l’obbiettivo di superare costrizioni che limitano le potenzialità attoriali.

 

METODOLOGIA

Sfumature in Atto abbraccia una metodologia didattica ampia, che si nutre dei contributi dei grandi maestri del teatro del Novecento (Artaud, Stanislavskij, Mejerchol’d, Grotowski, Barba, Living Theatre, Ionesco) ma, con onestà intellettuale, tenta di infondere interesse verso una pratica attoriale consapevole della sua storia e in continuo confronto con il presente.

La formazione di Sfumature in Atto intende incoraggiare l’empowerment dei suoi studenti attraverso la conoscenza dell’arte scenica e la pratica del palcoscenico.

L’espansione del singolo, a nostro avviso, è il principio più idoneo a creare i presupposti necessari al pensiero divergente.

Intendiamo il fare teatro non solo come mestiere possibile, ma come importante occasione comunicativa in grado di intercettare diversi interlocutori; un’opportunità preziosa per mettere in discussione dogmi sociali, rivoluzionare le opinioni e i punti di vista dello spettatore e dell’attore.

Portiamo avanti una visione dell’arte Teatrale come azione che non si esaurisce sul palco, ma che si propone di divenire atto conoscitivo, agitatore, con una tensione pedagogica e sociale.

STRUTTURA

Il Laboratorio si tiene un Sabato al mese, per un totale di sette incontri e si concluderà con un saggio finale aperto al pubblico.

Il numero massimo di partecipanti è di 14.

ATTRAVERSO LA PRATICA TEATRALE PROPOSTA E’ POSSIBILE SVILUPPARE E O CONSOLIDARE SPECIFICHE COMPETENZE, QUALI:

 

maggiore conoscenza del proprio corpo

maggiore armonia tra mente e corpo

maggiore conoscenza delle proprie emozioni

maggiore consapevolezza della respirazione

maggiore conoscenza dei processi creativi

ampliamento della propria cultura

ampliamento del proprio lessico

ampliamento delle facoltà critiche di analisi e conoscenza di un testo letterario o poetico

Il teatro è un valido strumento pedagogico non solo perché stimola la libertà di espressione e la curiosità, ma permette anche lo sviluppo di diverse competenze psicofisiche.

Attraverso il movimento, si sperimenta una più profonda conoscenza del proprio corpo, sia cinetica, che energetica ed emotiva. Il gioco libero può diventare il punto di partenza per incanalare immaginazione e creatività al servizio di soluzioni nuove e personali. Il confronto e il dialogo nel gruppo aiuta a migliorare le capacità di linguaggio, l’espressività e l’empowerment, favorisce le capacità  relazionali, la cooperazione e la comprensione dell’altro.

I partecipanti saranno coinvolti in un’attività globale – fisica ed intellettuale – volta a favorire la più completa conoscenza di sé e a sperimentare ogni sua possibilità.

Alimentare il processo di conoscenza significa introdurre nuovi elementi negli schemi già acquisiti. Interagire attraverso una modalità ludica, attingendo alla pluralità di linguaggi di cui dispone il teatro, consente ad ogni partecipante di trovare la modalità di espressione più adatta alle sue naturali inclinazioni.

Attraverso il gioco – attività fondamentale nella vita di ognuno – verranno stimolate energie, competenze e capacità che potranno rivelarsi fondamentali per tutto il resto della vita.

La funzione creativa fornisce gli strumenti per trovare soluzioni ai problemi, ma soprattutto è una presa di coscienza del proprio sé e del proprio essere nel qui ed ora, da solo o insieme agli altri.

Il percorso pur partendo da un tema prestabilito,  terrà presente le inclinazioni di tutti i partecipanti in tutte le sue sfumature: fisico, relazionale, immaginario.

Gli incontri saranno tenuti e coordinati da Daniele Giuliani.

Cécile Berthe-Richards terrà delle lezioni sulla ricerca vocale e canto.

Centro Culturale Ex-Fila
Via Leto Casini 11
Firenze
(dietro Esselunga del Gignoro-Coverciano -Firenze)

Sabato 5 novembre 2022

Sabato 3 Dicembre 2022

Sabato 14 Gennaio 2023

Sabato 11 Febbraio 2023

Sabato 18 Marzo 2023

Sabato 1 Aprile 2023

Sabato 6 Maggio 2023

 

Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00

Per informazioni dettagliate sul corso

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione dei tuoi dati personali sul nostro sito web

    Altri corsi

    Torna su