Uno spazio sospeso tra arte teatrale e analisi bioenergetica

“Se rinunciamo a troppe cose, se le lasciamo indietro e quasi le dimentichiamo, c’è il pericolo che ciò a cui abbiamo rinunciato o che ci siamo lasciati dietro le spalle, ritorni con raddoppiata violenza.”
Carl Gustav Jung


A Firenze, presso il Centro Culturale Ex-Fila in Via Leto Casini 11, il 23 e 24 febbraio 2019 (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18) l’Associazione Culturale Sfumature in Atto, in collaborazione con Ex-Fila e Arci Firenze, propone un seminario esperienziale sul tema della memoria.

Il workshop di febbraio è parte del percorso formativoOltre il Teatro”, che si ripropone per il quarto anno consecutivo. L’incontro è aperto a tutti coloro che sono interessati all’arte teatrale come strumento di cambiamento sociale: attori, registi, studenti, psicologi, operatori sociali e culturali.

I temi trattati spazieranno dalle memorie collettive e sociali a quelle individuali, con l’intento di ritrovare quell’elemento vivo e artisticamente trasformabile del nostro bagaglio mnemonico.

In altre parole, il seminario si propone di attingere alle memorie del passato – storiche e biografiche – dei partecipanti per avviare un’operazione di traduzione di questo materiale in modo da essere riconoscibile e condivisibile con un pubblico.

Sfumature in Atto, alla ricerca artistica, aggiunge una profonda riflessione etica, introducendo domande sul ruolo dell’arte nella società contemporanea. Al contrario di semplici etichette cerca domande con lo scopo di allargare la riflessione sulla pedagogia teatrale e alle sue possibili applicazioni alla società.

Per la semplice ragione che, non riteniamo il teatro terapeutico o riabilitativo di per se, ma sono le persone che lo praticano a fare la differenza.

Il conduttore Daniele Giuliani – attore e fondatore di Sfumature in Atto – proporrà ai partecipanti la sperimentazione di tecniche applicate nel corso della sua ventennale esperienza professionale di teatro applicato a contesti sociali, fra cui ricordiamo il decennale progetto di teatro sulla memoria personale e sociale “Contro Attacco Teatro”.

Ad affiancarlo in questa edizione ci sarà Roberta Leone, psicologa e psicoterapeuta specializzata in Analisi Bioenergetica, che contribuirà ad approfondire il filone della memoria corporea e del linguaggio del corpo quale ponte fra passato e presente.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

info@sfumatureinatto.org – 347 0615725

Workshop di formazione teatrale applicato al sociale